Poche parole, frasi minime

Kevin Canty è considerato un maestro nel riassumere scene compiute in poche parole, frasi minime o alternanze di sostantivi e aggettivi (molto spesso non usa nemmeno il soggetto e il verbo, ma solamente il participio presente: una tecnica che in italiano è molto difficile da ricalcare). Esempio: «Nel cerchio di luce prodotto dalla torcia mi accorgo che è diventata blu e che sta tremando: notte, freddo, bosco».
Oppure ecco in tre righe il sentimento di isolamento provato da un bambino (in un racconto del libro Tenersi la mano nel sonno, pubblicato da Minimun Fax) che i genitori hanno mandato in un campeggio per bambini obesi: «Gli animatori non sono mai stati grassi. Hanno bei corpi abbronzati; si guardano tra di loro, i bambini scompaiono. Razza inferiore. Inceneriscono le formiche con una lente d’ingrandimento. Pesche in scatola per dessert, fredde di frigo, sanno di frigo».

Annunci

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: