Magnetizzati dalla sua scrittura

Si dice che a leggere John Barth si resti magnetizzati dalla sua scrittura. In un modo insolito, quasi morboso, perché Barth è un fuoriclasse della letteratura, ha una padronanza tale della scrittura che dopo averlo letto ti verrebbe voglia di scrivere un romanzo per quanto semplice fa sembrare le cose.
Brillante, ironica, e colta la scrittura di Barth nasconde una incredibile quantità di spunti di riflessione e risulta sempre piacevole. Oltre a infondere gioia e consolazione di modo che le nostre piccole debolezze quotidiane, non ci sembrano più tali, ma anzi trovano una efficace giustificazione.

Annunci

Autore: Marco Crestani

La scrittura, quella sì...

5 pensieri riguardo “Magnetizzati dalla sua scrittura”

  1. uno scrittore di cui non ho letto più nulla dopo il 1980: ho letto tutto quello che ha scritto prima di questa data. ho divulgato e “prestato” i suoi libri: non ne ho più nemmeno uno. ogni tanto ci penso: the floating opera e lost in the funhouse sono state per me due letture eccezionali, ma non ho trovato che molto pochi che le conoscessero. grazie per avermelo ricordato.

  2. Ti consiglio allora “Giles ragazzo-capra” (l’unico problema è recuperare l’edizione Rizzoli del 1972), il romanzo-fiume ambientato in un’immaginaria mega-università, metafora del mondo intero in epoca di Guerra Fredda. Molto bello e particolare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...