Leggere il vento

«… il Paese, il villaggio, la città da cui vengo, dove sono nato, dove sono vissuto per quarantacinque, sessant’anni è stato conquistato, occupato, bombardato, incendiato, distrutto, ridotto in macerie e io, la mia famiglia mia sorella, cugina, zia, zio, nonni siamo stati arrestati, fucilati, stuprati, imprigionati, costretti a confessare, torturati perché confessassimo…»

da Leggere il vento di Dinaw Mengestu.

Scritto con grande empatia, Leggere il vento esplora profondamente la ricerca dell’amore e l’esperienza della perdita degli immigrati etiopi in America, ma non solo. E’ un romanzo sull’amore, sulla famiglia e sul potere dell’immaginazione. Un ritratto  psicologico sulla più recente immigrazione in America. Un immigrazione insicura e alienata, costantemente in lutto per la perdita del proprio patrimonio culturale.
Da leggere, soprattutto per apprezzare la prosa precisa e sfumata di Mengestu che evoca personaggi, scene ed emozioni con una chiarezza davvero tonificante.

Annunci

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: