Quel senso originario e nascosto delle cose

Andrea Zanzotto ha sempre basato la sua ricerca poetica cercando di spiegare quel senso originario e nascosto delle cose che l’evolversi della civiltà sta progressivamente annullando, togliendo loro la naturalezza, la genuinità e forse anche la verità..
A lui del paesaggio interessa quello che sta dietro, la sua essenza…
Allo stesso modo di Leopardi che nell’Infinito ci parla del paesaggio come presenza dell’infinità nella finitezza in uno spazio limitato…

Annunci

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: