I racconti del west di Crane

Stephen Crane, nato nel New Jersey nel 1873 e morto in Germania, appena ventisettenne autore di quello straordinario libro di guerra così teneramente pacifista che è Il segno rosso del coraggio, si presenta ne I racconti del west come un geniale narratore western. Geniale perché, paradossalmente, smitizza il mito del cow-boy e di tutto l’armamentario di retorica virile che lo circonda, prima, badate bene, prima che il cinematografo lo abbia creato, anticipando addirittura le successive letture critiche hollywoodiane.
Ambientati fra il Texas e il Messico, i suoi racconti mettono in scena cowboy ubriaconi, lesti di pugni e di Colt, giovani avventurieri che campano di strane scommesse, giocatori di professione con un loro codice morale, “stranieri” troppo pronti alla rissa, rudi sceriffi visti come impacciati sposini. Una lettura, credetemi, entusiasmante. Anche se siete tra coloro che, quando irrompe un “arrivano i nostri” sullo schermo televisivo, cambiano subito canale…

Annunci

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: