Un breve viaggio e altre storie

Scrive Paolo Rossi, grande storico della filosofia e della scienza (e professore d’altri tempi), che la memoria storica deve essere cosciente delle deformazioni che spesso si operano sul passato. Non ci si deve dimenticare dei diversi errori di valutazione, non si può cedere alla presunzione di sapere quale sia il confine “tra le convinzioni accettabili e le credenze settarie e superstiziose, tra il libero aperto pensiero e il fanatismo intollerante e settario”.
Avere una memoria storica in passato era un alto obiettivo per una società di uomini imprigionati e attanagliati da un paradosso: il desiderio di poter dimenticare ciò che è stato, l’ambizione di ricordare e trovare una continuità con ciò che è avvenuto, cercando così di trasporre nella prassi la definizione degli antichi di “storia maestra di vita”.
Al passato non si è mai indifferenti. Per questo tentiamo di riscriverlo e anche di cancellarlo. Forse perché in quello specchio non ci vogliamo guardare.
L’oblio è necessario alla vita, la possibilità di dimenticare il passato è funzionale al presente. La storia basata sulla memoria storica deve “servire” la vita, mentre rischia di paralizzarla e incatenare l’uomo al passato.
Nietzsche scrive che “solo per la forza di usare il passato per la vita e di trasformare la storia passata in storia presente, l’uomo diventa uomo”.
Il succedersi degli eventi nella vita degli uomini, si nutre di futuro, di un futuro fatto non solo di incertezze, ma anche di speranze che spingono al credere e al fare. Forse solo “il senso della caducità delle cose umane, la pazienza e l’indulgenza, la prudenza, la scepsi, il rifiuto della tentazione del tutto o niente” che devono guidarci nel nostro tentativo di cercare delle risposte a domande che nascono da incertezze e tengono vive le speranze.
Un libro impossibile da dimenticare.


Paolo Rossi

Un breve viaggio e altre storie
Raffaello Cortina Editore
2012

Annunci

Tag: ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: