Due enormi fasci di luce

malga0001

L’aria è immobile dentro la stalla della malga, nonostante le porte laterali e quelle grandi sul retro siano spalancate. Non c’è un filo di corrente. Mi siedo e prendo la bottiglia dell’acqua e, mentre bevo, osservo il disordine: una cesta da bucato, cassette per i bulbi, un boiler arrugginito, tegole, una vecchia giacca, catini di zinco e tre casse di sacchi di juta pieni di lana di pecora. Le tre finestre rettangolari con l’inferriata in ghisa – una quasi sul colmo del tetto, le altre un po’ più in basso, sopra le porte alle due estremità del lungo corridoio, mi ricordano una chiesa. Mancano tegole dappertutto, ma nonostante la scorta, nessuno le ha mai sostituite. Proprio lì, in quei punti, entrano due enormi fasci di luce.
Proprio adesso, in questo preciso momento, penso a cosa si può davvero conoscere dell’anima e a come si possa intravederne il senso misterioso e indicibile

Annunci

Tag: , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: