Aforista e aforismi

L’aforista può essere definito uno scapolo misogino inacidito la cui misantropia malinconica non risparmia nessuno, nemmeno se stesso?
Per scrivere aforismi di sicuro occorre esperienza, saggezza.
Senza aver saggiato, pesato le cose e gli uomini, non può esserci un pensiero aforistico…
Essere coincisi è fondamentale. L’aforisma è breve perché dev’essere memorizzabile e perché enuncia una verità definitiva, risultato di operazioni di pensiero volontariamente cancellate: una frase con o senza verbo rappresenta la dimensione canonica dell’aforisma. Ma questo tratto dominante non è un criterio assoluto: uno slogan pubblicitario o politico può essere conciso senza per questo essere aforistico.
L’aforisma cerca lo splendore della formula intonata, ritmata, regolarmente accettata.
Definisce distinguendo, stabilendo rapporti di proporzione, differenza, similitudine tra due termini…