Con grazia e semplicità

Magda Szabò ha una scrittura scorrevole, suggestiva, riesce a inchiodarti alla pagina e quando arrivi alla fine di un suo libro ti dispiace veramente. Con grazia e semplicità seducenti ci dice che il tempo è fatto di momenti che, scorrendo velocemente, definiscono il sentiero di un’esistenza.
Scrivere per lei è stato un destino. La letteratura è stato il suo pane quotidiano. Leggere, scrivere e insegnare le tre attività della sua vita.
Magda Szabo si è spenta nel 2007, a novant’anni, con un libro in mano, seduta sulla poltrona sulla quale passava i pomeriggi, nella casa di Budapest, a leggere e pensare.
«Alla scrivania mi siedo solo quando ho già tutta la storia in testa», disse. «Solo che di tanto in tanto succede che il protagonista in mezzo al racconto cambi idea e voglia qualcos’altro».